La linea "NADALI"
è quella classica, con gli autoctoni (Tocai friulano e Malvasia) in pari dignità con i vitigni francesi ben acclimati in oltre un secolo di presenza in Friuli (Pinot bianco e grigio, Sauvignon, Chardonay, Merlot, Cabernet franc e sauvignon). C'è anche il Franconia fiore all'occhiello della Famiglia Nadali, da sempre.

Tocai Friulano

Malvaisa istriana

Pinot bianco

Pinot grigio

Sauvignon

Chardonnay

Corona Rosso

Merlot

Cabernet franc

Cabernet sauvignon

Franconia

 





Tocai friulano

Il Tocai friulano, sia per vitigno che per vino, è diversissimo da quello ungherese. Basti solo ricordare che il Tocai friulano è un vino secco, con spiccato sapore di mandorla, fruttato; quello ungherese è liquoroso, di colore ambrato, molto alcolico e ricco di zuccheri residui.Ha un colore giallo paglierino tendente al verdognolo; fine, delicato, dal profumo intenso che ricorda i fiori di campo; asciutto, fresco, morbido e vellutato, con netto sapore di mandorla amara, molto rotondo, di medio tenore alcolico e contenuta acidità.
Vino da bersi giovane; è una delle punte di diamante dell'enologia friulana e isontina. Eccelente come aperitivo, ottimo sugli antipasti magri, minestre in brodo e asciutte, sul pesce, sulle carni bianche.
Va servito sui 10-12°C.


Malvasia istriana
Presente nella zona da moltissimi secoli, è ottenuto dal vitigno Malvasia istriana con vinificazione in bianco. Il suo colore paglierino chiaro con riflessi verdi, il profumo è chiaro con un aroma particolare che richiama la frutta esotica e il pepe bianco. Ha un sapore asciutto, fresco, giovane, vivace, corposo. Ottimo come aperitivo, adatto ad accompagnare minestre, risotti e pesce anche grasso.
Va servito sui 10-12°C.


Pinot bianco
Vitigno di origine francese, viene coltivato su vasta scala; deriva dalla naturale maturazione gemmaria del Pinot nero.
è molto diffuso in tutte le zone DOC della regione, "Isonzo" compreso. Di gradazione e acidità fissa buone, corpo giusto, colore giallo paglierino con riflessi verdognoli. Ha un profumo gradevole ed elegantissimo, mai violento, ricco di sfumatore, sempre deliziose, in cui l'olfatto ricerca fiori di campo, albicocca, mela e banana. è vino adatto a tutta la gamma degli antipasti magri, delle minestre asciutte e in brodo; dei piatti a base di uova e dei piatti a base di pesce, crostacei e creme di verdure.
Va servito fresco, a 10-12°C.


Pinot grigio
E' pure lui, come il "bianco" d'origine francese per mutazione del "nero". Originariamente vinificato con macerazione, attualmente da i migliori risultati qualitativi con pressatura soffice, in bianco, e controllo termico. Ha colore paglierino intenso con leggera tonalità che richiama la trasparenza della buccia di cipolla. E' di profumo intenso, ampio e fruttato, con ottima persistenza, ben strutturato. Il sapore è asciutto, morbido, particolarmente armonico per il corpo pieno. Si abbina con zuppe di pesce, grigliate di mare e varie preparazioni a base di funghi.
Servire a 10-12°C.


Sauvignon
Pure originario della Gironda francese, si è perfettamente acclimatato in Friuli e nell'Isontino. E' ottenuto dalla vinificazione, a temperatura controllata, delle uve omonime e rappresenta una delle varietà di maggior prestigio della "Cantina Nadali". Ha colore paglierino, talvolta con riflessi lievi verdognoli. Il profumo, intenso e caratteristico, ricorda la salvia ed il sambuco ed esprime una gamma di aromi in perfetta armonia. Al palato si rivela asciutto, di buona struttura, generoso. Si abbina a risotti di primizie, primi piatti sostanziosi ed elaborati. Particolarmente adatto ad accompagnare frutti di mare crostacei.
Va servito a 10°C circa.


Chardonnay
Pure d'origine francese, ma da tempo diffuso nell'"Isonzo", è stato ammesso alla D.O.C. in tempi recenti, con tale nome, dopo essere stato, a lungo, un Pinot bianco. Dal colore paglierino brillante, ha profumo netto ed intenso che ricorda la banana, la mela verde e la crosta di pane. Possiede ottima struttura e si presta egregiamente ad affinarsi anche in piccoli fusti di rovere. Si serve a centro pranzo con risotti di primizie o preparazioni delicate di pesce, ma può accompagnare anche primi piatti saporiti e carni bianche.
Servire a 10°C circa.






Merlot

E' vitigno francese importato in Friuli, dove ha trovato la sua seconda terra di elezione, tanto che si può considerare uno dei cardini della viticoltura regionale ed isontina. Per particolarità di carattere e finezza, indotti dalla natura dei terreni e del clima, il Merlot che si coltiva a Corona è unico nel suo genere e si stacca nettamente dai prodotti omonimi della viticoltura di massa di altre regioni.
Ha colore rosso rubino abbastanza intenso, virante al granata dopo breve invecchiamento; presenta un bouquet pieno e fragrante con delicato profumo di lampone, mora, mirtillo. Ha gusto gradevole, secco, di corpo, armonico, sapido, con leggero sapore erbaceo. Invecchiato si affina in etereo bouquet e sapore amarognolo.
E' indicato per piatti di carni rosse, arrosto, pollame, coniglio e con formaggi semistagionati.
Va servito a 14-16°C.


Cabernet franc
Vitigno che proviene dalla zona di Bordeaux, in Francia, e più precisamente dalla Gironda. Arrivato in Friuli nel secolo scorso, è coltivato ovunque, occupando il secondo posto, per quantità, fra le varietà a uva rossa.
E' indubbiamente il rosso "classico" della zona "Isonzo" ed, in particolare, di Corona. Se vinificato a leggero contatto con le bucce si ottiene un vino da pronta beva, dal caratteristico sapore erbaceo, intenso e penetrate, tanto da sembrare d'avere l'uva in bocca. Se vinificato con lunga macerazione, il vino che si ottiene è pieno, robusto, tanico, selvatico, moderatamente alcolico ma con una notevole ricchezza e intensità di profumi. Dopo l'invecchiamento l'erbaceo scompare per lasciar posto all'eterea gamma di sfumature dei grandissimi vini rossi.
Da giovane è vino da carni fredde della grande cucina. Se invecchiato è ad annoverare fra i migliori vini d'arrosto, indicato in particolare con selvaggina e cacciagione, con piatti di carne robusti, con formaggi a pasta dura e invechiati.
§Va servito a 14-16°C.



Cabernet sauvignon
Giustamente ritenuto un vitigno francese d'adattabilità universale, è entrato nel "Vigneto Friuli" in punta di piedi, soffrendo inizialmente del confronto e preferenza locale data al Cabernet franc. Anni di prove e riscontri di campagna e cantina ne hanno, invece, confermato le superiori potenzialità, sia in termini di gradazione naturale che di struttura, importanti per un affinamento in grandi e piccole botti di rovere, sia di Slavonia che francese. Dà un vino con sapore composto, in cui il sentore erbaceo, molto caro al friulano ma ritenuto dispettoso dai palati nazionali ed esteri, lascia spazio ad eleganti armonie di piccoli frutti e sottobosco.
Accompagna benissimo carni rosse, pollame nobile e selvaggina.
Servire a 15-17°C.



Franconia
Chiamato anche Blaufrakisch o Limberg, il Franconia sembra abbia due patrie d'origine: la Croazia, dove si trova appunto la città di Limberg; oppure la vallata superiore del Meno, denominata Franken, ossia Franconia. La prima ipotesi comunque sembra sia la più valida, in quanto detta zona di coltivazione è molto diffusa.Attualmente lo troviamo diffuso in Austria, poco in Italia e Francia. Le zone italiane maggiormente interessate sono il Trentino e il Friuli, ma soprattutto, la zona "Isonzo", unica a potersi fregiare della "D.O.C." in ambito regionale.
A Corona, quando si nomina Franconia, il pensiero corre naturalmente nel "Vigneto Nadali", che lo ha ospitato fin dalle proprie origini senza mai abbandonarlo. Anzi, proprio il lavoro e l'impegno viticolo ed enologico dei Nadali ha contribuito non poco ad elevare tale tipologia al rango superiore di vino a D.O.C.
Colore rosso rubino intenso, nervoso, di medio corpo e tannino, erbaceo e vinoso da giovane, acquista un interessante profumo e sapore di sottobosco con qualche anno di invecchiamento. Secondo vari Autori in Francia viene giudicato superire al Gamay; certamente è un vino che ha il suo fascino. E' un vino da piatti della cucina rustica regionale; umidi di carni bianche e rosse.
Va servito alla temperatura di 14-16°C.





Azienda Agricola Nadali
Cav. Uff. Ilvo Nadali

Vini produzione propria D.o.c. Isonzo

34070 Corona - Mariano del Friuli (GO)
Azienda: Via Gorizia, 9 - Tel: 0481.69.410
Cantina: Via Gorizia, 7 - Tel: 0481.69.410
PI: 01118200318
E-mail: info@nadali.it
Cookies Info