Nella nuova cantina i Nadali hanno cercato di armonizzare la tradizione, l'innovazione, la funzionalità. Pulizia assoluta, acciaio inossidabile e termo-condizionamento per le fermentazioni dei mosti bianchi. Anche qui si preferisce delegare le fortune aziendali alla meccanica enologica, piuttosto che alla chimica, nell'ambito di una filosofia i cui frutti non sono immediati ma, nel tempo, premiano e gratificano il viticoltore.

Il legno? E' sempre stato di casa, in Corona, il rovere Slavonia. Ma anche quello francese delle piccole botti sta da tempo impegnando i Nadali in prove di cantina, sia da mopnovitigno che da uvaggio.


Prevenire, si sa, è sempre meglio che curare. Da anni la difesa del “Vigneto Nadali” viene impostata d’intesa con l’Osservatorio fitopatologico di Gorizia, che ha affidato ai giovani tecnici la gestione di una centralina meteo che registra una serie di dati preziosi per intervenire, nelle vigne, se e quando serve.
La chimica non fa rima con profumi ed aromi; Massimo ed Alberto ne sono convinti ed affidano al programma del computer la scelta di tempi e modalità d’intervento.






Azienda Agricola Nadali
Cav. Uff. Ilvo Nadali

Vini produzione propria D.o.c. Isonzo

34070 Corona - Mariano del Friuli (GO)
Azienda: Via Gorizia, 9 - Tel: 0481.69.410
Cantina: Via Gorizia, 7 - Tel: 0481.69.410
PI: 01118200318
E-mail: info@nadali.it
Cookies Info